Cibo, politiche e cultura (3 incontri) – 2015

1° incontro

Natalina: La commercializzazione dei prodotti agricoli

Liuba: Il “Land grabbing”- Il nuovo colonialismo

Anna P. : La musica e il convito (1° parte)

Donatella: Gli OGM, scienza e politica

2° incontro

Sonia: Le multinazionali del cibo

Rossana: Trade and investiment Partnership

Anna P. : La musica e il convito (2° parte)

Carletta: Il cibo del futuro

Schermata 2015-03-26 alle 12.01.57

ESTRATTI
Natalina
ha parlato di ritorno all’agricoltura, vendita a km0 e mercati rionali.

Poi si è soffermata a spiegare il funzionamento dei GAS, gruppi di acquisto solidale.
“Land grabbing” o accaparramento della terra è stato l’argomento di Liuba che ci ha parlato di questa nuova forma di colonialismo per cui la terra diventa la “gallina dalle uova d’oro” e c’è una vera corsa alla terra per sfruttarne le risorse, insediare allevamenti estensivi o coltivazioni di palmada olio per produrre combustibile. Ne consegue un allontanamento di intere popolazioni dai loro luoghi di origine che vengono poi ospitati in campi profughi.
“Musica conviviale” è stato il tema che ha trattato Anna con il supporto di brani musicali. Dai banchetti degli antichi romani, ai pranzi di re Giorgio primo la musica ha accompagnato le vivande. Haendel e Scarlatti scrivono musica da tavola e con Telemann la Tafelmusik diventa un vero e proprio genere. Anche Bach scriverà la famosa cantata di Lisetta o “cantata del caffè”.
“OGM” è stato il tema di Donatella che ha ricordato che la selezione si fa fin dai tempi antichi, modificando il patrimonio genetico. La scienza è favorevole agli OGM perché possono risolvere i problemi della fame e richiedono un minor dispendio di acqua. l’Italia ha bloccato la ricerca e sono le multinazionali ad averla in mano, mentre dovrebbero essere gli Stati a garantire la biodiversità. Ha parlato di multinazionali soffermandosi sulle numerose ramificazioni della Nestlè. Ha parlato di sfruttamento del lavoro, di suolo e di risorse idriche, ma anche di programmi di responsabilità sociale che inviterebbero le multinazionali a progetti innovativi e sostenibili insieme.
Rossana ha parlato del TTIP cioè del Trade and investiment Partnership, un accordo sugli scambi commerciali tra U.S.A. e Europa che ha come obiettivo quello di aumentare gli scambi degli
investimenti per generare posti di lavoro e crescita. Un documento riservato (restrict!) e la segretezza del trattato insospettisce. Gli osservatori temono delle insidie e vedono un pericolo nella questione
normativa, le norme internazionali sono finalizzate alla riduzione (per cui si teme per la qualità) e per gli OGM si teme la non tracciabilità.
Liuba ha presentato la scelta fatta da Anna per la seconda puntata della musica da banchetto attraverso 3 brani d’opera: Don Giovanni, Evghenij Onegin e laTraviata.
Infine Carletta sul cibo del futuro ha detto che c’è bisogno urgente di risorse e ci sono vari studi: trasformare l’acqua salata del golfo persico, tecnologia a led per far sviluppare le piante, coltivare semi sulla luna, gli Ogm, insetti ecc. Preoccupano il cambiamento climatico e l’innalzamento della temperatura che fanno saltare l’equilibrio naturale.

Schermata 2015-03-26 alle 11.54.42 Schermata 2015-03-26 alle 11.57.04