2017- aprile Verbali (archivio verbali)

Verbale  5/04/2017

20 presenti. Conduce Anna I.

COMUNICAZIONI

-12/4, 17,30 C.Q. 3° incontro Africa (Daniela).
– 26/4 incontro con Donata e Carla T “sulla povertà.
– 24/5 aggiornamento su “Libera” con M.Josè.
– 20/5 viaggio a Casale sui “luoghi dell’amianto e inoltre:
– Coro d’argento
– In preparazione 6 incontri sull’ Europa
– Targa sulla panchina in memoria di Carla, davanti al n.30 di c.so Marconi
– La circoscrizione propone un proprio banchetto per S.Salvario C.V.
– Per la pianta nel cortile della circoscrizione continua il complesso iter burocratico.
Piera – Iniziative per il 25 aprile : 24 sera fiaccolata ; 28 sera in C.Q. Cervi figlio presenta il suo libro.
Silvana – Proposta di incontro con AMIAT (Castagna ) per inizio raccolta rifiuti , un incontro di aggiornamento sull’Europa (Viotti ? Toia ? ), ripresa della lezione di Bice sulle polveri.
Segnalazione di progetto “Spazio Teatro” di Alma Mater e Laqup 22, 23 /4 , incontro con Zabeo, capo dei vigili di S.Salvario per conoscere dati sulle infrazioni.
Anna M. R.- incontro in circoscrizione con l’ass. all’ambiente Giannuzzi sulla situazione alberi.
Anna I. – Richiesta dei commercianti di via Madama di mettere panchine. Proposta della 1^ comm. della circoscrizione di aprire un tavolo di discussione. 7/4 apertura dell’Orto Botanico.
Bruna – 10/ 4 17,30 incontro con gli studenti del Regina Margherita in C. Q.
Bice – Mostra sull’ amianto da 10/5 a 9/6 all’Università via Po 21 con visite guidate e viaggio a Casale 20/5. Ripetizione a cascina Roccafranca della lezione sulla scienza con Flavia e Silvana A.

DISCUSSIONE

La discussione si apre sulla guerra in Siria e i nuovi orrori dei raid col gas, vietati dal diritto internazionale( Anna I.). Gli interventi si accavallano ed è difficile seguire una linea ordinata.

La guerra va avanti da 6 anni nell’indifferenza del mondo (Sonia) con l’aiuto anche delle armi italiane e con la scusa di “importare “ la democrazia, che per sua natura non può essere violenta(Toni). L’Europa non può contrastare la guerra a personaggi come Assad e Erdogan e anche qui mostra la sua debolezza (Angela ) . Occorrerebbe un movimento di cittadini europei per “stare insieme “in politica estera (Rossana). In 6 anni non ci sono state manifestazioni per la Siria (Silvana). Per ricominciare a scendere in piazza si deve far rete contro la guerra con le organizzazioni pacifiste: Emergency, Amnesty, Libera, M.S.F., Sereno Regis, la marcia della pace di Assisi (Piera R.). L’indifferenza della gente non è solo italiana, ma nasce dalla sfiducia nella politica (Carla P.). La “globalizzazione dell’indifferenza “ (Daniela). Occorre uno sforzo organizzativo per far sentire la voce delle donne contro il male assoluto della guerra (Anna B.). Le iniziative per il 25 aprile e il ricordo del suo significato possono esser un’occasione per ricordare l’orrore della guerra (Toni ). Alla fiaccolata del 24 si possono portare i segnali di lutto per la Siria (Bruna).
Infine si presenta Cesarina che viene per la prima volta, in seguito agli incontri per l’Africa e segnala un’associazione buddista per la pace a livello internazionale.

Alle 19 la riunione si chiude.

Verbale 19/4 /2019

25 presenti c. Conduce Rossana.

COMUNICAZIONI.
Daniela . – appuntamento per la fiaccolata del 24 aprile ore 8,30, al capolinea del 67 in p.zza Arbarello. Il corteo è dedicato alla pace. Bandiere, simboli, cartelli.
– mercoledì 26/4 “Discorso sulla povertà” a cura di Donata e Carla T. Partecipazione di “Opportunanda” e “S. Egidio “
– Crisi del Museo della Resistenza.
Anna B. – Slogan sulla pace per la sfilata.
– Attacco di Trump in Siria. Ingerenza nella sovranità di uno stato nazionale.
Silvana. Presentazione del Tribunale delle donne da “Donne in nero di Belgrado “. (Via Ciliano / ) Sulla guerra della ex Iugoslavia.
Marisa C.- Arresto del giornalista italiano, senza imputazione ,in Turchia.Atteggiamento del governo italiano.

AFRICA POSTCOLONIALE. (3^puntata del ciclo sull’Africa subsahariana )
Ngandu Mukendi – La storia della decolonizzazione. Passaggi dal colonialismo all’assistenza.
M.Jeanne Balagizi—Le guerre e le donne congolesi .
(Il contenuto per esteso delle due relazioni si può trovare sul sito www.donnesocietacivile.it)

Verbale del 26/04/2017

Presenti 25 c. – Conduce Luisa

Poesia di apertura in ricordo di Ada. SILVANA legge “Aspettando i barbari “ di Kavafis.
DANIELA. Appuntamento ore 9 per il corteo del 1° maggio.
NATALINA. Collegamento con “comitato Italia 61 “ della ex Circoscrizione 9

___________________________

NUOVE POVERTA’
A cura di DONATA e CARLA T.
Ospiti : Alessandra Gallo, sociologa di Ufficio Pio. Giovanni di Opportunanda

Chi sono i nuovi poveri. (Carla) OMS: Crisi economica 2008. 1/3 degli Italiani soffre di povertà, principale malattia del paese
ISTAT: Povertà assoluta, mancanza di alimentari,abitazione,abiti,comunicazione, servizi necessari per sopravvivere. 4.600.000. Povertà relativa,famiglia di almeno 2 persone che ha reddito inferiore a quello necessario ad un a persona per sopravvivere. 1.500.000
Nuove categorie di poveri: Giovani. il 10% di poveri assoluti sono giovani. Bambini e adolescenti in stato di povertà relativa,cui si accompagna l’abbandono scolastico. Working poor, soggetti che lavorano sottopagati e vivono in famiglie in povertà. Giovani, stranieri,donne. Figure grige, lavoratori,piccoli imprenditori, commercianti, che hanno perso la loro fonte di reddito.
Welfare-il reddito di inclusione-necessità di nuove politiche.(Donata)
Necessità di interventi di continuità, non solo per le emergenze. 14 aprile 2017: il governo ha firmato il Memorandum per l’attuazione della legge delega per il REIS –reddito d’inclusione sociale- con “Alleanza contro la povertà” (organizzazioni nazionali e locali) – Strumenti allo studio.
Fondi stanziati dal DEF. Fondi europei.
Diritti: diritto di ogni persona alla dignità. Relazioni da costruire, opportunità da fornire-Parole chiave: includere,accompagnare,coinvolgere.
Percorsi di impoverimento al femminile (Alessandra Gallo,sociologa dell’Ufficio Pio. Tesi sulle Donne senza dimora)
La povertà vista sotto un’ottica di genere . La “carriera di povertà” dalla fragilità alla povertà assoluta. La famiglia. Carenza di politiche famigliari. Situazioni di rischio,in particolare per le donne,separazioni, famiglie monogenitoriali, famiglie straniere.
Anche in questi casi non basta distribuire denaro.
Testimonianza di volontariato. (Giovanni Catanzaro di Opportunanda)
Opportunanda nasce 20 anni fa dalla collaborazione tra operatori e ospiti di un dormitorio, con l’ambizione di fornire strumenti diversificati agli ultimi della città.
– Centro di ascolto.
– Centro diurno, con accesso libero. Distribuzione di generi di conforto, ma non solo. Attività-Relazione-
– Parola chiave : relazione informale, che richiede accoglienza.
– Convivenze guidate.3 alloggi
– Lavoro di rete con le realtà cittadine pubbliche e private finalizzato al reinserimento nel contesto sociale, per ricuperare capacità perdute.
– Progetti
– Rivista “Scarp de tennis”
– Osservatorio di Opportunanda sull’incremento di senza dimora e di persone in povertà assoluta che arrivano da condizioni un tempo discrete in seguito a perdita del lavoro, lutti, divorzi…..
La funzione dell’intervento pubblico accanto al volontariato sottolinea i DIRITTI della persona nella società
—————————
Per dati precisi e approfondimenti, vedere gli interventi di Carla e Donata