2019 – Ottobre Verbali (archivio verbali)

Verbale riunione 2 ott.2019. Pres. 25. Coordina Natalina.

COMUNICAZIONI E PROPOSTE.

-Proposta di riprendere oggi un nostro pensiero del 2001 :”Portare le proprie esperienze e unirle nello spirito comune” (Liuba). Proposta di un librino di riflessioni sulla lettura. (Anna B.) Necessità di coinvolgere altri in questa riflessione; per es. una classe di studenti.(Donatella)-
Saluto commosso di Isolina.
Nuovo ingresso di Alessandra.
Cena di finanziamento per il Forum delle donne africane. 11 ott. Ore 19.30.Via Sestriere 34(Bruna)
10 0tt. Ore 21.Unione culturale :”Femminismo e violenza di genere”(Adriana A.)
Patto per il giardino della circoscrizione. Letture : 7,14,21,28/5/2020. Aggiornamento calendario.
Pensiero di A. Langer. La conversione ecologica: (Daniela)
Sostegno a Baobab. (Rossana).

INFORMAZIONE E DISCUSSIONE SUL TEMA DELL’ANNO.
Commenti sulla manifestazione mondiale dei giovani.
Schema di interventi scientifici :
1)I comportamenti individuali.
2)Sapere di più sulle questioni di base
3)Aspetti economici e politici. (Bice)

-Novità. Progetto centro di ricerca italiano di produzione di energia a base organica e biologica.   Le auto elettriche. Motore elettrico e disoccupazione.
Supporto e aiuto ai giovani a concretizzare le loro richieste. Citazione di Cacciari. (Donatella.Bruna. Rossana .Sonia. Natalina.)

OSPITE.
Elena.Presidente associazione DEINA ( vedi www.deina.it) Presentazione di Silvana.
I viaggi della memoria. Partecipazione di studenti e adulti. Non solo Auschwitz. Nel futuro anche Balcani e Spagna. Funzione educativa e stimoli al confronto tra i partecipanti
Programma del prossimo viaggio 27 genn./2 febbr. 2020. Vedi volantino sul sito.
Cracovia – Il campo di sterminio – Cracovia.
Importanza della restituzione e condivisione in gruppo delle emozioni e dei pensieri.
-Preoccupazione per gli effetti degli orrori dei campi sulla sensibilità degli adolescenti.(Mara.Franca .)
-Necessità e cura di contrapporre aspetti positivi. Nel viaggio si raccontano episodi di solidarietà per i perseguitati dal nazismo. La fabbrica di Schindler. La farmacia dell’orologio. Perlasca. (Elena )
Campo di internamento in Campania .( Liuba )

 

——————

Verbale riunione 9 ottobre 2019– 10-14

Pres.20 Coordinano Luisa e Silvana
COMUNICAZIONI.
Sabato 12.H. 10-12/15-18. P.zze Govean/Graf. Progetto “Il verde si fa strada”. Informazione sul progetto del verde in via Madama. Consulenze di botanica.
Novembre. Un’ora per esaminare il sito.                                                                                                    Ricerca di contatti per presentare “Margherita” (Silvana)
Nome per il giardino della circoscrizione: Eva Meli Calvino, suggerito da Daniela.(Bice).
Segnalazione articolo su “Noi donne“per il Forum delle Donne africane. Cena di finanziamento venerdì 11.(Bruna)
20 Novembre: sulle comunità energetiche a cura di Tassone.
Banchetto di Baobab a dicembre.(Rossana)

OSPITI.
Roberto . Illustra “Lotta allo spreco alimentare” (vedi www.celocelo.it/food) a cura dell’Agenzia per lo sviluppo di S.Salvario : Rete di piccole attività commerciali presso cui raccogliere ogni sabato pomeriggio gli avanzi, e rete di strutture, di famiglie e in seguito anche dormitori, cui distribuire gli alimenti raccolti.
Possibilità di donazioni al banchetto di piazza Madama. Contatti con il Banco Alimentare.
Invito a collaborare e diffondere l’iniziativa in zona Piazza Nizza.
Cosimo di “Verdessenza”: si promuove un commercio a basso impatto ambientale.(vedi verdessenza.to.it ).Ricerca di negozi interessati. Offerta di prodotti e servizi a basso impatto ambientale :carta, detersivi, energia elettrica da fonti rinnovabili, gas naturale CO2 free, ecc.

ESAME DELLO SCHEMA
“Il movimento dei giovani per il pianeta”Discussione e osservazioni.
Obiettivo: pensare e proporre ciò che ciascuna sa e può fare. Occorre allargare all’esterno. Emissioni di CO2 (1 litro al giorno per ogni uomo .7 miliardi sulla terra ). Il problema demografico.(Silvana)
Notizie da S. Rita. Occorre allargare il discorso. Il comitato degli studenti .(Natalina )
La nostra generazione e il risparmio. (Annamaria)
Le comunità energetiche. Occorrono chiarimenti. Il problema demografico.(Rossana )
Trasmissione TV “Linea verde” sul riciclo. Ricerca e circolazione in rete. Buon uso dei social. (Adriana R.)
Necessità di rispondere individualmente nel proprio ambiente. Uso dell’IVA per selezionare i consumi. (Bice)
Ricerca di strumenti per agire sui comportamenti. Inutilità dei volantino. Le informazioni generali non vanno a segno,(Anna J.)
Necessità di coinvolgimento dei giovani per una corretta informazione .Contatti con le scuole. Il rifiuto di prodotti e imballaggi di plastica . (Sonia)
Notizie dall’isola d’Elba :raccolta differenziata e rimescolamento. (Anna P.).

 

 Verbale 16 ott.2019. Confederazione Europea dei Sindacati.
Pres.22 . Coordina Natalina.

COMUNICAZIONI.
-Lettera di dimissioni dalla Consulta Comunale femminile. (Adriana R.)
-30 ott. Discussione e proposte “Ambiente” .
– 27 nov. Esame del sito e Lezione informativa su nozioni base su Ambiente “ (Bice.)
-Registrazione per il “Forum nazionale delle donne Africane del 25 ott.(Bruna).
-Conseguenze economiche e sociali della “nuova frontiera verde”. (Luisa S.)
-Rilancio di lavoro sulla lettura. “Perché leggo”.Raccogliere idee. Scrittura. Letteratura e donne. (Anna B.)

OSPITE. Lino Urbino. Sindacalista. Lavora presso Italdesigngiugiaro di Moncalieri,ora venduta a Wolsvagen.
Tema :Il Sindacato Europeo. Si fa seguito alle informazioni del marzo 2019 (v. verbale).
La CES, confederazione europea dei sindacati nasce nel 1973 per parlare a nome di tutti i sindacati europei. Rappresenta 45 milioni di lavoratori. Obiettivo : trasformare gli accordi sindacali in direttive europee vincolanti per tutti gli Stati della UE. Opinioni controverse sulla efficacia dell’attività della CES.
Le difficoltà sono autentiche per molte ragioni :
-I gruppi di Multinazionali sono strutturate come scatole cinesi, di cui è difficile conoscere il contenuto.
-La controparte della CES sono le multinazionali Europee e non.
-Le leggi sul lavoro non sono omogenee nei paesi della UE. Retribuzione. Lavoro straordinario. Ferie. Maternità e paternità. Su queste differenze il Sindacato Europeo non ha compito facile: l’Unione Europea sul lavoro non c’è.
-Le Istituzioni dei singoli paesi tutelano soprattutto le proprie politiche industriali.
Differenze. Esempi : la retribuzione media di un lavoratore tedesco è 2500 €, quella di un lavoratore ungherese 400 € ; in Germania non c’è la tredicesima e il sindacato rappresenta solo i suoi iscritti ; in Germania esiste un “Consiglio di sorveglianza”per le imprese con più di 2000 dipendenti, con rappresentanza sindacale ,che fronteggia il consiglio di Amministrazione secondo un principio di pesi e contrappesi, instaurato dopo la seconda guerra mondiale.
Il Sindacato Europeo tende all’unificazione del Diritto del lavoro e lavora nel campo della tutela dei diritti. (es. telelavoro, maternità )
Le Multinazionali hanno (o avrebbero ? )l’obbligo di un Comitato che informa sulle prospettive di programmazione, sempre alla presenza di un rappresentante sindacale.
Sarà impossibile avere legislazione uguale per tutti i paesi dell’Unione : non si possono abolire le frontiere e azzerare le diverse culture, ma la CES deve lavorare e lavora per arrivare a una tutela di base per tutti i lavoratori d’Europa.
Si può parlare di Europa Unita nel campo de lavoro solo se il Sindacato tiene conto di avere di fronte non solo il lavoratore, ma il cittadino.

 

  Verbale 23 ott.2019. La Siria e la guerra.
Pres.23. Coordina Daniela con Muna.

COMUNICAZIONI.
-Studi aperti in occasione di Paratissima. Letture su opere d’arte. (Anna B.)
-“San Salvario ha un cuore verde” anche nel 2020 si farà.(Daniela)

OSPITI. Una famiglia siriana :Mido, Yaman, Muna. Giuditta,psicologa siriana-napoletana.
Mido : In Siria vige il governo di Assad ,figlio del fondatore del regime con colpo di stato.
2011: 23 milioni di Siriani scendono in piazza per chiedere libertà. L’Esercito Siriano Regolare fronteggia l’Esercito Siriano libero. Inizia la guerra senza fine.
All’inizio si schierano con i ribelli : USA,Francia , Gran Bretagna, Turchia. Con L’esercito regolare di Assad : Russia ,Cina, Iran.
Su tutto rendono più ingarbugliate le cose : 1) Interessi economici (petrolio,gas) e politici di potere in Medio Oriente. 2) I Curdi che chiedono uno Stato autonomo. Sono una popolazione trasversale di diversa religione e diversa nazionalità. Non costituiscono uno Stato ma hanno una loro organizzazione e una capitale, Kobane. 3)Il pericolo dell’ISIS. 4)L’industria e il commercio incontrollato di armi.
Oggi gli schieramenti sono mutevoli, non chiari e la guerra continua. In 8 anni tutto è peggiorato.6 milioni di Siriani vivono in campi di concentramento, 5 milioni sono profughi, 500.000 sono le vittime civili. “oggi i Siriani non chiedono più libertà, chiedono di vivere “
Yaman.   L’interazione. Da 4 anni vive in Italia.Ma i primi anni furono durissimi. Dolore. Nostalgia. Isolamento. La creatività i campo artistico (musica, poesia, pittura ) e cucina , hanno creato il ponte che le ha consentito dialogo, amicizia, interazione vera. Il percorso continua.
Giuditta.   Siriana- napoletana ,psicologa, psicoterapeuta. Progetto “Psicologi in contatto “ per i minori non accompagnati.
I minori non accompagnati sono gli infradiciottenni che arrivano in Italia da soli, per costrizione o per scelta ,specialmente dall’Albania, dal M.O., e dall’Africa. I genitori stessi li “spediscono, sperando per loro un destino migliore. 93% maschi, 7%femmine. Difficoltà a stabilire l’età.
“Psicologi in contatto “promuove e facilita l’affidamento familiare in collaborazione con il Comune di Torino e “la Casa dell’affido di Torino”
Signora affidataria di una ragazza nigeriana,testimonia la positività della sua esperienza. Il Tutore.
In Italia per legge i minorenni stranieri hanno gli stessi diritti degli italiani e non possono essere respinti o rimpatriati. Al compimento dei 18 anni, se non hanno seguito un progetto di studio o di lavoro, possono essere “rispediti”al loro paese d’origine. Se non hanno l’appoggio di una famiglia, che li abbia seguiti nello studio e nel lavoro, scappano e diventano clandestini e possono diventare preda del mondo della criminalità.
Impossibilità di adottare i minori stranieri non accompagnati. Perché e difficilissimo dimostrare che sono abbandonati, cioè senza genitori o parenti.
Muna. Studentessa universitaria siriana coordina gli interventi dei suoi fratelli e di Giuditta.

 

30 ottobre 2019.  Discussione libera. Pres. 16. Autogestione.

COMUNICAZIONI.
– Forum delle donne africane. Adriana R. riferisce a nome di Bruna.
Il Forum, che ha richiesto molto lavoro organizzativo e per la preparazione dei contenuti, ha avuto un buon successo. Presenti 100 persone, Associazioni di donne africane e di donne italiane, il Comune nella persona dell’assessore Giusta.
Presentazione delle associazioni straniere e del percorso delle nostra associazione.
Sono presenti le associazioni italiane :  Alma Mater, Casa delle Donne, Cascina Roccafranca, Sherazade, Se non ora quando?  …..
Le relatrici africane: excursus di M.Jane.  I personaggi: Rachel (donne africane a Torino), Souzanne ginecologa congolese, Isabel angolana dal Portogallo, Susan di OFAD su imprenditorialità delle donne della diaspora. Catena internazionale di imprese in contatto con AIDDA. Sindacalista africana.
Dibattito.
Gruppi di lavoro :
1) Quale rete tra associazioni ?
2) Welfare. L’accoglienza. Difficoltà
3) La collaboratività internazionale.
Le africane tendono a collaborare all’interno del loro paese.
4) Il lavoro come strumento di integrazione. Il valore dei titoli di studio.

Impressione globale è che le partecipanti siano donne determinate e toste. Non sempre accettano discussioni sui loro affari culturali, non sempre hanno idea del movimento femminista.
Alla relazione di Adriana aggiungono osservazioni Anna B., Silvana,Elena, Liuba , Piera ed altre :
il taglio politico del Forum, gli scambi, gli insegnamenti reciproci, il femminismo, le mediatrici culturali, l’autonomia delle donne africane. “Ora lasciamole andare .”
Una casa della cultura africana a Torino ?

– Iniziative ANPI.  Piera R. Incontro al Liceo Alfieri “Democrazia e Costituzione”, Camminare insieme, Mappatura delle lapidi dei partigiani.

Proposta dei temi sull’ambiente. (Luisa)

– Margherita e la città. Sarà presentato alla libreria Trebisonda il 28 novembre alle 18, 30. (Silvana)